Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Il nostro software localizzato in italiano

  • L'Astrologue Ita

    Nella sezione ILM Store puoi trovare L'Astrologue completamente localizzato in italiano, potrai calcolare temi natali, calcolare transiti e sinastrie. Ora gli utenti di Mac OS X possono calcolare e disegnare un grafico in meno di mezzo secondo...

  • Merlin Ita

    Nella sezione ILM Store puoi trovare Merlin, l'unica soluzione nativa per la gestore dei progetti basata sulla collaborazione in network per Mac OS X, ora completamente localizzato in italiano.

  • Live Interior 3D Pro Ita

    Nella sezione ILM Store puoi trovare Live Interior 3D Pro, una potente e molto intuitiva applicazione per la progettazione d'interni completamente localizzata in italiano.

  • OsiriX Ita

    Nella sezione Download di ILM potrai scaricare gratuitamente OsiriX un grande software che combina l'Open Source con le tecnologie chiave di Apple. La ricerca per il trattamento delle immagini medicali ora è in italiano...

  • GarageSale Ita

    Nella sezione ILM Store puoi trovare GarageSale localizzato in italiano, avrai così a disposizione un applicazione client per il sistema di aste online eBay. Esso consente agli utenti di Mac OS X di creare rapidamente aste utilizzando il Mac...

  • ProTa Gold Ita

    Nella sezione ILM Store puoi trovare ProTa Gold, grazie al quale potrai avere l'analisi del mondo della borsa sul desktop. Grafici, analisi tecnica e di monitoraggio del portafoglio per il mercato azionario... ora in italiano.

Sezione Astrologia

Phoca - Google AdSense Easy

Ultimi 5 utenti registrati

  • jole
  • davedave01
  • enzofox7
  • Polper
  • maceccato

Info sul Sistema

OS
Linux s
PHP
5.4.41
MySQL
5.5.41-cll-lve
Ora
00:59
Caching
Abilitato
GZip
Disabilitato
Utenti registrati
6738
Articoli
3998
Web Links
6
Visite agli articoli
2065641

Chi è online - Contatore visite

Abbiamo 35 visitatori e nessun utente online

08024477
Oggi
Ieri
Questa settimana
Ultima settimana
Questo mese
Ultimo mese
Tutti
124
3258
124
798997
48106
54370
8024477

Il tuo IP: 157.55.39.233
Oggi: 25 Mag 2015

Banner verticale

† 29/04/2009

Senza di lei non sarei nato

9TO5Mac riporta che Apple ha presumibilmente ridotto l'ordine iniziale di Apple Watch alla metà, tagliando il numero di unità da circa 3 milioni ad appena 1,5 milioni, così come sostiene un nuovo rapporto proveniente da Taiwan. Come è successo in precedenza con altri lanci di dispositivi di Apple, le forniture del nuovo indossabile potrebbero essere ridotte a causa di difficoltà di produzione.
Il problema sembra derivare dalla decisione di Apple di passare ad un nuovo tipo di visualizzazione per l'orologio. Questi nuovi pannelli AMOLED sono fabbricati da LG, ma la società sta avendo difficoltà a produrne abbastanza per tenere il passo con la domanda. LG ha previsto una produzione iniziale di 5 milioni di pannelli al mese.
Ma forse Apple non sta tagliando la sua richiesta. Forse c'è qualcos'altro in corso ...
Questo rapporto deve essere letto con molta attenzione (e potenzialmente malsana). La fonte originale della storia, l'Economic Daily News infatti non ha quel track record splendente di cui godono alcune altre pubblicazioni, e ha già fatto qualche clamore piuttosto interessante (e dubbio) sui processi di produzione di Apple.
Tim Cook è un guru nel campo della supply chain. Che senso avrebbe pianificare contingenze come questa, probabilmente per garantire altri produttori, se necessario, basterebbe prevedere un'allentamento. Mentre l'ordine iniziale per le parti LG potrebbe effettivamente essere stato tagliato per tenere conto della bassa resa, Apple potrebbe comunque fare affidamento su altri produttori (Samsung? Sharp? Altri?) per raggiungere lo scopo della produzione di 3 milioni di schermi.
Detto questo, con così tante persone che chiedono a gran voce di poter mettere le mani sul primo indossabile di Apple, gli acquirenti potrebbero voler pianificare la possibilità di limitata disponibilità indipendentemente dal numero di dispositivi che l'azienda è in grado di sfornare.

Apple starebbe pianificando di rilasciare un nuovo set-top box del brand Apple TV, con l'integrazione di Siri e il supporto per un nativo App Store, nella sua annuale Worldwide Developers Conference a giugno, secondo un nuovo report pubblicato da AppleInsider.

Citando fonti vicine ai piani di Apple, John Paczkowski di Buzzfeed News ha riferito che Apple introdurrà una nuova generazione di Apple TV nel giro di pochi mesi. Evrebbe anche intenzione di fornire agli sviluppatori un nuovo kit di sviluppo software per scrivere applicazioni per il nuovo hardware.
Oltre ad un App Store dedicato con supporto per software di terze parti, la nuova Apple TV è stato anche riferito che dovrebbe supportare l'input vocale Siri, così come il più recente processore A8 dell'azienda adottato con gli iPhone 6 e iPhone 6 Plus. Definendola come una "revisione significativa," Paczkowski ha anche detto che il dispositivo sarà caratterizzato da memoria integrata che andrà "ben oltre" le 8 gigabyte presenti sull'hardware attuale.
La Apple TV non viene aggiornato ormai da alcuni anni, anche se ha avuto un taglio di prezzo a 69 dollari all'inizio di questo mese. La società ha inoltre continuamente aggiunto al dispositivo nuove opzioni di contenuto anche senza un App Store, e il mese prossimo sarà esclusivamente porterà HBO Now nella sua lineup.
Il processore A8 che già alimenta il iPhone 6 e iPhone 6 Plus è potente abbastanza per un'uscita di 4K-risoluzione video, il che significa che il dispositivo potrebbe essere in grado di supportare contenuti ad altissima definizione. Servizi che YouTube e Netflix stanno già offrendo selezionando contenuti in risoluzione 4K, mentre i televisori 4K stanno cominciando a attaccare il mercato con prezzi più competitivi.

Secondo DigiTimes l'iPad Pro di Apple potrebbe avere la tecnologia di visualizzazione LCD Oxide e che entrerà in produzione di massa nel terzo trimestre del 2015. Il report, citando fonti all'interno della catena di approvvigionamento, sostiene che Apple ha scelto di utilizzare pannelli Oxide per la tavoletta dopo la valutazione del costo-prestazioni delle tecnologie di visualizzazione a-Si, TFT LCD e Oxide LCD.
"Rumors di mercato negli ultimi sei mesi avevano affermato che Apple aveva l'intenzione di rilasciare il dispositivo nella prima metà dell'anno, con l'avvio della produzione di massa nel primo trimestre. La società, però, avrebbe la necessità di valutare tecnologie con diversi pannelli che vanno da a- Si, LCD TFT e LCD Oxide in termini di costo-prestazioni, e solo di recente ha deciso di procedere anche con la tecnologia Oxide. "
Il rapporto aggiunge che Sharp, LG Display e Samsung hanno effettuato l'invio di campioni di display ad Apple in quanto competono per garantirsi gli ordini dei componenti per l'iPad Pro. Sharp dovrebbe essere il principale fornitore per i suoi vantaggi nella produzione di display LCD Oxide, con LG anche in corsa per essere un fornitore secondario. Ai fornitori del display sarà richiesto di produrre una quantità limitata a maggio e di iniziare la produzione di massa nel mese di luglio e agosto.
L'analista Ming-Chi Kuo di KGI Securities, che ha un track record di tutto rispetto di report sui piani imminenti dei prodotto di Apple, riportava ancora nel mese di novembre che l'iPad Pro sarebbe dotato di un pannello di Oxide di "alta risoluzione, con risposta rapida, e la saturazione di alto colore," con difficoltà di produzione che avrebbero spostato la produzione di massa del tablet nel secondo trimestre del 2015.
Bloomberg mercoledì ha riportato che Apple ha mancato la possibilità di iniziare la produzione nel secondo trimestre dell'iPad Pro e che la produzione del tablet è ora prevista intorno al mese di settembre. Il tablet più grande, schermato, potrebbe essere dotato di porte USB 3.0 per un trasferimento dati più veloce, e potrebbe aiutare Apple a invertire i quattro trimestri di calo delle vendite di iPad, come la crescita complessiva del mercato tablet che ha subito un rallentamento.

Secondo quanto riportato dallo staff di AppleInsider, Apple sarebbe in trattativa con i principali fornitori di contenuti televisivi e con le emittenti per lanciare un servizio di abbonamento di TV on-line che sarà convogliata su Apple TV e sostenuto sui dispositivi iOS.

Persone che hanno familiarità con i colloqui in corso di Apple, hanno riferito al Wall Street Journal, che si starebbe studiando il lancio di un prossimo servizio, che sarà reso disponibile su diversi dispositivi Apple, come la Apple TV, vantando il sostegno di ABC, CBS, Fox e altri.
La relazione sostiene che Apple intende annunciare i dettagli ufficiali alla sua Worldwide Developers Conference di giugno e che potrebbe implementare il servizio nel mese di settembre a prezzi che vanno da $ 30 a $ 40 al mese. I prezzi sarebbero superiori a quelli di Dish Network disponibile a $ 20-per-mese per i servizi Internet di Sling TV, che viene fornito con un gran numero di canali, tra cui ESPN, ESPN2, TNT, TBS, Food Network, HGTV, Travel Channel, El Rey, caffè, Adult Swim, Cartoon Network, Disney Channel, Galavision, CNN e ABC Family.
Secondo le fonti, Apple è in trattative con la Disney, CBS, 21° Century Fox e altre aziende per creare un fascio "magro" di canali di punta. A differenza dei pacchetti con cavo standard, le reti più piccole sarebbero lasciate fuori dall'offerta iniziale di Apple. I canali sotto l'ombrello di NBCUniversal, come USA e Bravo, non sono attesi al momento del lancio a causa di disaccordi tra la capogruppo Apple e NBC di Comcast.
Non più tardi dello scorso anno, era stato riportato che Apple stava discutendo su una soluzione set-top in collaborazione con Comcast, ma le trattative si suppongono si siano interrotte.
Ormai da alcuni anni che si rincorrono i rumors su Apple che starebbe lavorando su un servizio basato su Internet su misura per la sua Apple TV set-top streamer, ma che si sarebbero incontrate resistenze da parte dei fornitori di contenuti ad ogni angolo. L'idea è quella di concedere agli utenti l'accesso alla programmazione TV sul Web, utilizzando sia sia il cavo che abilitando la connettività su dispositivi mobili.
Alcune linee di report di lunedì sostenevano che Apple sta lavorando duramente per definire i dettagli per un over-the-top, per un servizio Web-based già da febbraio.

A seguito di report che sostenevano che Apple è stata costretta a fermare la sua timeline di produzione per un più ampio iPad di 12,9 pollici, nuove indiscrezioni suggeriscono che la società sta cercando di incorporare la connettività USB 3.0 e possibilmente porte per tastiera e un mouse.
Citando fonti vicine ad Apple, The Wall Street Journal riporta che la produzione si riferisce ad un iPad di 12.9 pollici come riportato anche in precedenza.

La pubblicazione sostiene che Apple non ha ancora deciso il progetto definitivo e sta ancora lavorando su nuove iterazioni e funzioni aziendali, tra cui porte USB con l'incorporazione del protocollo più veloce USB 3.0. Mentre una mossa per l'USB 3.0 sembra ragionevole, l'affermazione secondo cui Apple potrebbe prendere una decisione dell'ultimo minuto per virare su porte di espansione esterne è altamente sospetto. Dal momento che la piattaforma iPad ha debuttato nel 2010, Apple ha fatto affidamento su un connettore per la ricarica, la sincronizzazione e il trasferimento dei dati; prima l'adattatore a 30 pin e ora Lightning, entrambi i disegni di proprietà.
"Apple ha continuato a rielaborare alcune delle caratteristiche del più grande iPad. Si sta ora valutando la tecnologia più veloce per la sincronizzazione dei dati tra il più grande iPad e altri dispositivi informatici," ha detto la fonte. "Apple sta anche lavorando sulla tecnologia per accelerare il tempo di ricarica iPad, ma rimane chiaro se il progetto finale avrà queste nuove funzionalità."
La persona menzionato anche che l'iPad Pro potrà includere opzioni per collegare una tastiera e un mouse, anche se non è chiaro se si riferissero a ingressi con connettore lightning supplementari, un cavo di breakout o porte USB separati.
All'inizio di quest'anno, l'analista Ming-Chi Kuo aveva ipotizzato che Apple potrebbe vendere anche un semplice stilo da utilizzare con il dispositivo di grande screening, consentendo note scritte a mano e precise interazioni con lo schermo.
Non si sa molto circa il nuovo tablet, ma i rapporti precedenti suggeriscono che Apple sta progettando di incorporare altoparlanti supplementari nel telaio iPad più grande, offrendo suono stereo durante l'utilizzo del dispositivo in modalità orizzontale.