Italian English French German Portuguese Russian Spanish

I nostri Subdomini rinnovati ed aggiornati

  • ILM Store

    Su ILM Store puoi trovare: Software localizzato, Software commerciale, Corsi online, eBook - PDF - ePub, Collana Video d'Arte e tutte le informazioni relative ai nuovi rilasci e aggiornamenti...

  • ILM Server

    Su ILM Server puoi trovare: Applicazioni, Giochi, Filmati, Musica e Altro, il tutto rigorosamente in italiano...

  • ILM Astro

    Su ILM Astro puoi effettuare calcoli astrologici completi di grafici, tabelle e interpretazioni professionali di astrologi di fama mondiale per: Tema natale, Sinastrie, Transiti e molto altro...

Ultimi 5 utenti registrati

  • rossetti
  • robertomorz
  • fede206cc
  • fede666
  • Jerry

Info sul Sistema

OS
Linux w
PHP
5.6.40
MySQL
5.7.36
Ora
11:59
Caching
Abilitato
GZip
Disabilitato
Utenti registrati
6947
Articoli
4041
Web Links
6
Visite agli articoli
6266494

Chi è online - Contatore visite

Abbiamo 34 visitatori e nessun utente online

17081263
Oggi
Ieri
Questa settimana
Ultima settimana
Questo mese
Ultimo mese
Tutti
3362
4641
21897
9804978
51748
151964
17081263

Il tuo IP: 114.119.129.225
Oggi: 09 Dic 2021

† 29/04/2009

Senza di lei non sarei nato

  • Corso online...

    € 3,49

  • Come gestire...

    € 13,50

  • Grandi della...

    € 8,50

  • La triade al...

    € 7,50

Macworld suggerisce rispondendo ad una lettrice che scrive:

"Oggi ho visto un messaggio che non avevo mai visto prima. Indica che il mio Mac ha esaurito la memoria per le applicazioni. Al fine di continuare a lavorare ho dovuto forzare l'uscita alcune delle mie applicazioni aperte. C'è un modo che poteva sapere quale applicazione sia stata la causa del problema?"

Sì. In alcuni casi, l'applicazione si comporta come dovrebbe apparirà in rosso, seguito dalle parole "Non risponde" Questo fortemente suggerimenti che questa applicazione è andato in crisi per insufficiente RAM e ne ha utilizzta così tanto che non può più rispondere. Un modo per sapere se questo è il problema dell'applicazione è quello di forzare l'uscita di un'altra applicazione. Se l'applicazione che prima era in rosso, si avvia rispondendo nuovamente, ti dice che è ora felice perché ha più memoria RAM da masticare.

L'elenco delle applicazioni potrebbe non contenere un unico rosso, comunque. In entrambi i casi, si dovrebbe verificare Monitoraggio Attività (/Applicazioni/Utility), che offrirà un dettaglio esatto di quello che sta avvenendo.

Una volta lanciato l'applicazione Monitoraggio Attività cliccate Attività sulla colonna Mem reale in modo che le applicazioni siano organizzate per la quantità di RAM che stanno utilizzando. Se ne vedete una che sta divorando enormi quantità di memoria, avete scoperto il colpevole. Chiudere e rilanciare e vedere la quantità di memoria che utilizza ora. Dovrebbe essere un po' meno di prima. Se l'errore si apre di nuovo il giorno dopo o giù di lì, per vedere se c'è un aggiornamento per l'applicazione come la versione che si sta utilizzando potrebbe avere un difetto che è la causa di un eccessivo utilizzo di RAM.

Enorme uso di memoria RAM? Chiudere e riavviare l'applicazione


Se volete saperne di più sulla quantità di memoria del Mac applicazioni consumano, fare clic su Monitor attività di pulsante Memoria di sistema nella parte inferiore della finestra. Quando si esegue vedrete un grafico a torta che spiega come la memoria del computer è assegnata: Libera, Wired (via cavo), Attiva, Inattiva e Utilizzato. Se la memoria disponibile è fino a un paio di dozzine di megabyte e un grafico a torta mostra quasi nessun verde (il colore predefinito assegnato alla memoria libera) siete in sella al limite o un altro errore. Anche in questo caso, verificare che la colonna reale Mem e chiudere qualsiasi applicazione che si sta mangiando la RAM.

Controllare lo stato di utilizzo della memoria globale in Monitoraggio Attività

La terza più grande piattaforma di pubblicità mobile, dopo Apple e Google, millennialmedia, ha pubblicato alla fine della scorsa settimana il suo report annuale del 2012, con la valutazione del mercato pubblicitario mobile, che pone Apple in cima a tutti gli altri produttori con il 31,2% basati sulle impressions di tutti i cellulari. È quasi il 5% di aumento rispetto alla quota del 26,35% di Apple nel 2011.

Più in particolare, la relazione illustra il crescente dominio di Apple e Samsung nel settore mobile. Samsung è risultata seconda dopo Apple, con il 22,32% delle impression mobile. Insieme, i due produttori si combinano per il controllo di più della metà di tutte le impression del segmento mobile.

L'unico altro vendor che ha ottenuto una quota di impression a doppia cifra, è stato BlackBerry, con l'11,5%.

Millennial Media afferma che il sistema iOS di Apple continua a guidare tra i sistemi operativi dei tablet nello spazio pubblicitario dei cellulari, generando il 58% di tutte le impression.

Il sito che offre suggerimenti ai consumatori come risolvere problemi con le loro attrezzature elettroniche ed elettriche FixYa, ha pubblicato uno "Smartphone Reliability Report", che mette a confronto i reclami degli utenti su smartphone di Apple (iPhone), Samsung (Galaxy), Nokia (Lumia) e Motorola (Droid).

Sulla base dei problemi segnalati, che provengono da un database di 30 milioni di utenti, FixYa ha assegnato un punteggio di affidabilità ad ogni costruttore. Secondo la classifica FixYa, i prodotti Apple sono i più affidabili, con il minor numero di problemi segnalati.

Apple ha ricevuto un punteggio di affidabilità di 3,47, di molto superiore all' 1,21 assegnato a Samsung. Nokia e Motorola hanno ricevuto punteggi di 0,68 e 0,13, rispettivamente. Per ottenere questi risultati, il sito ha elaborato la risoluzione di 722.558 problemi suggeriti da possessori di smartphone, normalizzato i dati delle relative quote di mercato, e ha analizzato i dati per determinare l'affidabilità.

Il laboratorio Primate Labs ha eseguito una serie di test attraverso la sua utility cross-platform Geekbench 2 di benchmark sulla sua linea di MacBook Pro Retina, per verificare le prestazioni dei nuovi modelli.

Confrontando i risultati dei nuovi MacBook Pro Retina aggiornati »contro quelli dei loro predecessori, Primate Labs ha avuto conferma di piccoli miglioramenti nelle prestazioni.

Come risulta dai grafici con i risultati dei test benchmark Geekbench 2 pubblicati da Primate Labs, tanto il modello MacBook Pro Retina da 13 pollici che quello da 15 pollici, che hanno ricevuto un aumento di 100 MHz in velocità nel processore, hanno fatto registrare un miglioramento delle prestazioni tra il 3 e il 5%. Primate Labs attribuisce il miglioramento interamente alle caratteristiche dei nuovi processori.

Score dei MacBook Pro Retina 13"


Score dei MacBook Pro Retina 15"


Apple ha introdotto da una settimana i MacBook Pro con display Retina più veloci e più convenienti con processori aggiornati e prezzi base più bassi. Il MacBook Pro 13" con display Retina inizia ora a € 1.529 invece dei precedenti € 1.779 e mentre il modello di fascia superiore costa ora € 1.729 invece dei precedenti € 2.079. Anche il MacBook Pro con display Retina da 15 pollici ha avuto una riduzione di 70 euro ed ora costa € 2.229 invece dei precedenti € 2.299.

Il senior editor di Macworld Christopher Breen risponde ad una domanda del lettore circa una funzionalità dell'app di posta elettronica Mail, integrata nel sistema operativo iOs di Apple:

Ho un iMac recente e sto pensando di acquistare un MacBook Air. Ho creato un sacco di firme in Mail sul mio iMac e mi dispiacerebbe dover ricreare ancora sul mio computer portatile. C'è un modo semplice per trasferire tali firme sull'app Mail del laptop?

Se hai lo stesso account iCloud impostato su ognuno dei computer e hai configurato per la sincronizzazione di ogni e-mail (si esegue questa operazione nella finestra di preferenze di sistema iCloud) vi accorgerete che le vostre Firme appariranno magicamente sul MacBook poco dopo si avvia Mail.

Però si potrebbe scoprire che non è collegato a un determinato account. Invece, quando si aprono le preferenze di Mail e cliccate su Firme a trovare la collezione completa delle firme quando si seleziona la voce 'Tutte le firme' in cima alla lista dell'account, ma nessuna firma attaccato all'account specifico. Se desiderate collegarle è necessario trascinarle sull'account corretto.

Se questo sembra essere un terribile fastidio, perché si hanno decine e decine di firme collegate a più account, è possibile copiare la cartella Firme da iMac a MacBook. La posizione di tale cartella è lavostracartellautente/Library/Mail/V2/MailData. (Per accedere alla cartella Libreria all'interno della cartella utente, tenere premuto il tasto Opzione nel Finder e scegli Vai>Library>.)

Basta posizionare la cartella Firme nella stessa posizione sul MacBook (che sostituisce la cartella originale Firme) e quindi lanciare Mail. A condizione di avere gli stessi account impostati sul MacBook come si fa su iMac, le firme saranno allegate ali loro rispettivi account.